logo
Articoli recenti
Top
Image Alt

Sapore Sapere

  /  Prodotti del territorio   /  Prodotti tipici: l’oro della Ciociaria | L’olio

Prodotti tipici: l’oro della Ciociaria | L’olio

Olio, oro giallo della nostra terra

Tra le grandi eccellenze per cui è famosa la nostra terra nel mondo sicuramente una di queste è la produzione di olio di grande qualità di alcune regioni d’Italia. Tra le migliori regioni in cui poter trovare grandi varietà di olio sicuramente la zona tra l’alto casertano e il basso Lazio spiccano per eccellenza. Oltre alle sue grandi proprietà organolettiche e curative, l’olio è un vero e proprio toccasana anche per insaporire praticamente ogni ricetta con prodotti tipici e freschi.

Abbiamo scelto a titolo di esempio per parlarti dell’oro giallo del nostro territorio due varietà riconosciute DOP. Si tratta dell’olio di Sabina e di Colline Pontine.

Sabina DOP

Al fine di produrre questo olio extra vergine di oliva di grande qualità, le condizioni del terreno e del clima devono coincidere alla perfezione. Così avviene ogni anno nei comuni della provincia di Rieti dove è prodotto. La cosa bella di queste varietà di olio extravergine di oliva è che le modalità di estrazione sono rimaste pressoché invariate dall’epoca dei romani. Il frantoio con molitura a freddo è l’unica tecnica riconosciuta per ottenere questa materia di eccellenza del nostro territorio.

Come altri oli tipici di questa zona, il Sabina DOP ha un sapore aromatico con un complesso insieme di retrogusti e un’acidità abbastanza bassa. Le cultivar utilizzate per ottenere questo olio sono Carboncella, Leccino, Rja, Frantonio, Olivastrone, Moraiolo, Olivago, Salviana e Rosciola.

Colline Pontine DOP

Altra varietà molto interessante, il Colline Pontine si presenta come un olio di altissima qualità, dal sapore fruttato ma non troppo, con un interessante carattere fragrante dato dalla leggerissima componente piccante e amara. La zona di produzione comprende circa 25 comuni nella provincia di Latina, in piena Ciociaria. Le cultivar di riferimento per la produzione di questo squisito prodotto sono principalmente Itrana, con presenza anche di cultivar Frantoio e Leccino.

Come conservarlo

Ricorda sempre che l’olio extravergine di oliva è un prodotto di facile deperibilità e quindi ha bisogno di una corretta conservazione al fine di mantenere intatte tutte le caratteristiche organolettiche. Conservalo in ambienti freschi ma soprattutto al riparo dalla luce. Comunque sarebbe sempre opportuno sotto i 20ºC.

Grazie alla particolarità del suolo delle nostre regioni, sin dai tempi più antichi possiamo godere di una lunghissima tradizione di cultura olearia che ci ha regalato nei secoli e nei millenni una tradizione gastronomica ricca di sapore e di salute.

Post a Comment